Lo so, lo so, vi starete chiedendo “ma è davvero possibile visitare Londra in tre giorni?”. La risposta è sì... se avete alla mano l’itinerario giusto.

Questo programma di viaggio è stato pensato per chi visita Londra per la prima volta, quindi troverete le tappe a cui, per me, non potete assolutamente rinunciare.

Quando tornerò a Londra prometto che preparerò un altro post con qualche consiglio per chi cerca qualcosa di meno conosciuto… Cosa vedere a Londra in 3 giorni quindi? Partiamo!

Cosa vedere a Londra – Giorno 1

Hyde Park e Green Park

 

E partiamo mettendo il turbo, ovviamente! Prima di andare a vedere il famosissimo Cambio della Guardia, vi ricordo di informarvi sugli orari e sui giorni in cui si celebra, che possono variare durante l’anno.

Ci dirigiamo quindi nel polmone verde di Hyde Park, uno dei parchi più famosi della città, nelle vicinanze del Palazzo di Buckingham.

Il mio consiglio è quello di visitarlo prima delle 10.00, con la fermata della metro di Merble Arch, e di concedervi una passeggiata nella zona meridionale del parco, a Wellington Arch.

Questo parco, così come quelli che vedremo in questa giornata, fa parte degli otto Royal Parks di Londra, che un tempo appartenevano ai monarchi ed erano utilizzati per il loro intrattenimento, soprattutto come territori di caccia.

Attraversiamo poi il Green Park, un parco di per sé molto più piccolo, che ci porta direttamente al Buckingham Palace.

Buckingham Palace e Cambio della Guardia


Eccoci davanti a Buckingham Palace, la residenza reale! Qui solitamente è meglio arrivare in anticipo e aspettare fino alle ore 11:00 per vedere la celebre cerimonia del Cambio della Guardia, ma controllate prima l’orario per essere sicuri che non ci siano variazioni.

Di fronte al palazzo reale possiamo inoltre ammirare il Victoria Memorial, l’imponente statua dorata in onore della Regina Vittoria, molto suggestiva anche con il calare della sera…

St James’s Park

 

 

Dopo la calca a vedere il Cambio della Guardia, ci rigeneriamo in un altro dei polmoni verdi di Londra, il celebre St. James’s Park, dove possiamo pranzare in compagnia di simpatici scoiattoli. 

È incredibile come, entrando in un parco londinese, ci si senta subito lontani dalla città e dal suo rumore, circondati solo da prati, fiori e distese di acqua.

Al St. James’s Park, infatti, potrete ammirare il lago, che funge da riserva naturale per numerose specie di uccelli acquatici. Uno dei passatempi preferiti dei suoi visitatori è proprio quello di lasciare molliche di pane ai pennuti, che si dimostrano spesso amichevoli. 

Sono rimasta molto stupita anche dalla presenza dei pellicani, introdotti nella metà del Seicento, che si sono adattati molto bene al rigido clima di Londra!

St. James Park

Abbazia di Westminster

 

Dal St. James’s Park raggiungiamo l’abbazia di Westminster, nota per essere la sede delle incoronazioni dei sovrani, ma non solo. Qui sono stati sepolti personaggi che hanno fatto la storia della città, come il poeta William Shakespeare e la principessa Lady Diana!

Dichiarata patrimonio culturale dell’Unesco e set del bestseller “Il Codice da Vinci”, l’abbazia di Westminster è la più importante chiesa cattolica in Inghilterra e Galles. 

L’ingresso principale è sul lato ovest ed è facilmente riconoscibile dallo stile architettonico bizantino e dalla sua sontuosa facciata. La visita guidata dura circa due ore, ma è sicuramente un must delle cose da vedere durante il vostro primo viaggio a Londra!

Abbazia Westminster

Big Ben e Palazzo di Westminster

 

Siamo nel cuore della città: il Palazzo di Westminster è il Palazzo del Parlamento, o House of Parliament, alziamo gli occhi al cielo e ci troviamo davanti alla sua famosissima torre dell’orologio, il Big Ben.

Vi basterà un po’ di fantasia per vedere Peter Pan e Wendy volare intorno all’orologio per dirigersi all’Isola che Non C’è!

Il Big Ben è uno dei simboli più noti della città londinese, ma non tutti sanno che il suo nome non si riferisce a tutta la torre, bensì alla campana più grande dell’orologio della torre, all’angolo nord-est del Palazzo di Westminster. 

Purtroppo ad oggi il Big Ben è in ristrutturazione fino al 2021 e dovrete pazientare un po’ per poterlo visitare… 

 

Big Ben Londra

London Eye e Ponte di Westminster

 

Percorriamo il vicino e suggestivo ponte di Westminster fino a raggiungere il London Eye, la  ruota panoramica più alta d’Europa con una delle migliori viste su tutta Londra. 

Il prezzo è di 30 sterline, ma la visuale della città dalle sue cabine di vetro le vale tutte, soprattutto se ci salite all’ora del tramonto. Da qui almeno una foto instagrammabile è garantita! 

 

Cosa vedere a Londra – Giorno 2

La Torre di Londra

 

Iniziamo la nostra seconda giornata londinese con l’attrazione più visitata della città: la Tower of London o Torre di Londra. Qui vi consiglio di arrivare quanto prima perché vi occuperà gran parte della mattina. 

La Torre di Londra è uno dei luoghi più affascinanti della capitale inglese, che ci riporta indietro nel tempo con le sue tenebrose leggende legate al Medioevo, i suoi drammi sanguinosi e i suoi misteri irrisolti.

Assolutamente consigliata una buona guida per farvi raccontare le sue incredibili storie!

Tower Bridge e Millennium Bridge

 

Da qui vediamo spuntare le iconiche torri del Tower Bridge e attraversiamo il ponte fino a raggiungere la sponda opposta del Tamigi.

Capisco subito perché questo ponte sia tanto fotografato e sia stato scelto come set di diversi film, uno su tutti Sherlock Holmes del 2009, con la sua atmosfera oscura e misteriosa che ritroviamo ancora oggi in molti angoli londinesi.

Proseguendo lungo la sponda del Tamigi raggiungiamo poi un altro famoso ponte, il Millennium Bridge, dallo stile decisamente futuristico e, alle sue spalle, troviamo il Shakespeare’s Globe Theatre.

 

Shakespeare’s Globe Theatre

 

Il Globe Theatre, per me che amo il teatro e la letteratura, è sicuramente una meta da inserire tra le cose da vedere a Londra in questi tre giorni.

Lo Shakespeare’s Globe Theatre è una moderna ricostruzione del leggendario teatro di Shakespeare, che ne ha conservato la forma, lo stile e i materiali. Sedersi tra le poltrone del pubblico è un’emozione indescrivibile!

 

Globe Theatre Londra

Harrods e Piccadilly Circus

 

Siamo ormai arrivati a pomeriggio inoltrato e prendiamo la metro fino a Knightsbridge per arrivare a Harrods, uno dei grandi magazzini più famosi del mondo dove, dopo tanta cultura, possiamo scatenarci in qualche ora di shopping sfrenato!

… Ma dove vai se una serata al Piccadilly Circus non fai? Questa piazza, con la sua iconica fontana di Eros, prende vita verso sera, quando i cartelli luminosi e le luci al neon illuminano tutta la città.

Questa è una delle zone migliori per il divertimento notturno, dove non mancano negozi, locali, pub, cinema, teatri e ristoranti di ogni tipo. Pronti a gettarvi nella mischia?

Piccadilly Circus

Cosa vedere a Londra – Giorno 3

Regent’s Park

 

Iniziamo la nostra ultima giornata a Londra con una colazione nei pressi di Regent’s Park, un altro parco reale la cui estensione (e bellezza) è superiore a Hyde Park. In particolare non potrete rimanere impassibili davanti ai suoi meravigliosi salici piangenti!

Regent’s Park è un parco abbastanza diversificato, in quanto si possono trovare differenti tipi di giardini al suo interno. Il parco è anche noto per essere la sede del London Zoo, una delle  attrazioni più amate dai bambini. 

Se invece, come me, siete sempre alla ricerca di un bel panorama da fotografare, non perdetevi la Primrose Hill: questa nota collina offre uno splendido panorama sul centro di Londra!

 

Regents Park

Camden Town 

 

Ci spostiamo ora in metro verso Camden Town, uno dei quartieri più alternativi e vivaci di Londra, dove ci facciamo un giro tra colori, odori e mercatini, in cui street food e antiquariato si fondono insieme. Noi abbiamo alloggiato proprio in questo quartiere!

Molti locali e pub di questa zona sono stati i protagonisti dell’esordio di artisti di fama internazionale, come Amy Winehouse, alla quale è stata dedicata una statua nel cuore del Camden Market e che era nota come The Queen of Camden.

 

La Stazione di King’s Cross…

 

Nei pressi di Camden Town, per gli amanti del magico mondo dei maghi di Harry Potter, come la sottoscritta, c’è una tappa imprescindibile: la stazione di King’s Cross!

Qui, infatti, ha inizio il viaggio di Harry Potter verso la scuola di stregoneria di Hogwarts, e troverete una riproduzione del binario 9 e tre quarti, con la possibilità di scattare delle foto e di perdervi tra i souvenir dell’Harry Potter Shop.

Fra l’altro, il bellissimo palazzo vittoriano accanto a St. Pancras Station è stato usato come esterno della stazione di King’s Cross nei film di Harry Potter.

Ma se tutto questo non bastasse a colmare la vostra curiosità sui set di Harry Potter, vi consiglio di programmare per tempo un pomeriggio agli Harry Potter Studios.

 

…e gli Harry Potter Studios!

 

Nella mia guida completa per babbani sugli Harry Potter Studios a Londra vi ho già dato tutti i consigli per organizzare al meglio questa magica esperienza, quindi non mi dilungherò ulteriormente, ma non potevo concludere questa lista senza citare questa tappa per i fan del maghetto.

Tutti i film di Harry Potter sono stati infatti girati ai Leavesden film studios, ma alla fine delle riprese la Warner Bros ha convertito i set originali in un grandissimo tour degli studi.

Un’opportunità unica per vedere i set, i costumi, gli oggetti… e addirittura assaggiare la burrobirra! 

Condividi su