Valencia in due giorni? Si può! Ecco cosa vedere

Avete a disposizione solo il weekend e vorreste vedere Valencia in due giorni? Non disperate, non è un’impresa impossibile, anzi!

Prima di tutto devo avvertirvi: ho visitato questa stupenda città spagnola in viaggio di classe quindi, ve lo assicuro, in due giorni non ci siamo fatti mancare proprio nulla.

Pronti a partire? Vámonos!

valencia strade

Valencia in due giorni: una città a misura di turista

 

Prima di passare a cosa vedere a Valencia in due giorni, vorrei fare una piccola premessa: Valencia viene considerata una città a misura d’uomo, o meglio, a misura di turista.

Il suo centro storico, infatti si gira tranquillamente a piedi, e se seguirete questo programma riuscirete a vedere tutte le principali attrazione della città, in un weekend.

Proprio per questo vi consiglierei di unire i vostri due giorni a Valencia con tre giorni a Barcellona: le due città, infatti, vengono viste spesso insieme e sono considerate le più belle di tutta la Spagna!

Ma torniamo alla nostra Valencia: ecco la mia top list personale di cosa non perdervi nella città spagnola.

cosa vedere valencia

Leggi anche:

 

Cosa Vedere a Barcellona

Valencia in due giorni – Giorno1

La Cattedrale di Valencia

 

La Cattedrale di Valencia si trova in Plaza de la Reina ed è famosissima perché al suo interno è custodito niente di meno che il Santo Graal, il calice utilizzato da Gesù Cristo nell’Ultima Cena.

Oltre all’interno della Cattedrale, vi consiglio di salire sul Miguelete, la torre-campanile che sovrasta tutto il centro storico e regala una delle visuali più belle della città… dopo i suoi 207 gradini però!

cattedrale di valencia

città di valencia

valencia due giorni

Il Barrio del Carmen

 

Il Barrio del Carmen è il quartiere più vecchio del centro di Valencia, ma è anche il fulcro della vita notturna per i giovani!

Di giorno potrete cimentarvi a fotografare la sua street art e a fare shopping per i suoi negozi alternativi e i suoi atelier di alta moda, mentre la sera potrete bervi una buona sangria in uno dei tanti locali del quartiere.

La Lonja de la Seda di Valencia

 

La Lonja de la Seda, o Mercato della Seta, era il centro del commercio valenciano agli inizi del 1500, ed è l’emblema dell’età d’oro di Valencia.

Nel 1996 è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco: rappresenta, infatti, uno degli esempi meglio conservati dello stile tardo gotico in Europa.

Tappa obbligata se siete in città… l’entrata costa solo 2 euro!

lonja de la seda

Il Mercato Centrale di Valencia

 

Di fronte alla Lonja de la Seda si trova il celebre Mercato Centrale di Valencia, con le sue vetrate colorate e le ceramiche dipinte a mano.

Qui troverete quasi mille banchi di prodotti freschi: da un lato frutta e verdura provenienti dalla huerta valenciana (una zona di terre agricole a sud della città) e dall’altro carni e pesci. Se amate il salato, come me, non fatevi scappare il buonissimo prosciutto di Salamanca!

cosa vedere valencia mercato

mercato valencia

mercato centrale valencia

mercado valencia

mercado central valencia

Plaza del Ayuntamiento e Palazzo del Comune

 

Vi state chiedendo qual è la piazza principale di Valencia? Eccola: Plaza del Ayuntamiento! Questa è la piazza più grande e più bella della città: qui modernità e tradizione convivono e gli edifici neoclassici affiancano quelli modernisti.

Capirete subito di trovarvi in questa piazza dalla celebre Torre dell’orologio, che fa parte del Municipio (o Palazzo del Comune) ad oggi visitabile e ad entrata gratuita.

Al suo interno vi troverete davanti all’imponente scala in marmo bianco e potrete visitare la Sala di Cristallo, il museo storico e il balcone: da qui la visuale sulla città è davvero mozzafiato!

piazza del municipio

plaza ayuntamiento

plaza ayuntamiento bologna

Plaza de Toros e Stazione del Nord

 

Plaza de Toros è sicuramente uno dei luoghi simbolo di Valencia, progettata dall’architetto valenciano Sebastian Monleòn e inaugurata nel 1859 con una celebre corrida. Qui combatterono i più grandi toreri del mondo, rappresentati in statue marmoree al suo interno.

Ancora oggi Plaza de Toros ospita questa tradizione spagnola e se la osserverete attentamente potrete capire se è in corso una corrida. In quel caso, infatti, le bandiere disposte nell’ultimo anello della struttura saranno issate!

La Stazione del Nord (no, non ci troverete Jon Snow) è la stazione dei treni di Valencia e si trova di fianco alla Plaza de Toros, nel pieno centro della città. Appena la vedrete capirete però che non si tratta di una semplice stazione: non a caso, infatti, è stata dichiarata Monumento Storico Artistico!

La sua facciata è caratterizzata da motivi ispirati al mondo agricolo valenciano ed è in pieno stile modernista… non dimenticate di fare un salto anche al suo interno!

stazione del nord

stazione del nord valencia

plaza de toros

I Giardini del Turia di Valencia

 

I Giardini del Turia sono un’oasi di pace, immersa nel verde, in pieno centro urbano. Si trovano in quello che, in passato, era il letto del fiume Turia, e si estendono per ben 8 chilometri!

L’attrazione principale del parco è la scultura monumentale di Gulliver, lunga ben 70 metri. Il corpo del gigante è fatto di rampe, scale e scivoli. Pronti a tornare bambini?

parc gulliver valencia

Valencia in due giorni – Giorno 2

La Città delle Arti e delle Scienze

 

Tra le cose da vedere a Valencia in due giorni non potete di certo perdervi La Città delle Arti e delle Scienze, principale meta di ogni turista.

Questo è il più grande complesso culturale e scientifico in Europa, progettato da Santiago Calatrava. Ecco perché dovrete sicuramente dedicarci tutta la giornata, ma dovrete comunque fare una selezione su cosa vedere.

La Città delle arti e delle Scienze racchiude infatti al suo interno 5 attrazioni: L’Oceanografic, L’Umbracle, il Palazzo delle Arti, il Museo della Scienza e l’Hemisferic.

 

città della scienza

 

Quest’ultimo, in particolare, ha attirato subito la mia attenzione. Si presenta come un grande occhio e, ovviamente, è “l’occhio della scienza”! Al suo interno c’è un’immensa sala proiezioni usata per convegni, conferenze e presentazioni.

Il Palazzo delle Arti, invece, ospita quattro sale, rispettivamente per spettacoli di opera, musica, ballo e teatro.

L’Umbracle è galleria d’arte e giardino botanico. Ma attenzione: di sera prende vita e diventa una bellissima terrazza illuminata e utilizzata come discoteca! L’avreste mai detto?

 

umbracle valencia

 

Il Museo della Scienza, come dice la parola, è un museo interattivo di divulgazione ed educazione scientifica.

Infine, ultimo (ma solo perché è il mio preferito), l’Oceanografico: l’acquario marino più grande d’Europa. Qui troverete ben 45.000 esemplari provenienti da tutte le parti del mondo!

Amatissimo da adulti e bambini, questo parco è suddiviso in diverse zone: il mediterraneo, i mari tropicali, l’artico e il delfinario. Alcune di queste sono collegate da bellissimi tunnel “sottomarini”!

Insomma, non so voi, ma noi non abbiamo proprio resistito…

 

oceanografico valencia foca

oceanografico valencia dugongo

oceanografico valencia tricheco

oceanografico valencia

città della scienza valencia

30 Commenti

  1. Sara Alessandrini

    Valencia è una di quelle località dove tutti i tuoi amici hanno fatto l’erasmus…tranne te! Infatti io non ci sono ancora mai stata! 🙂 Grazie per i consigli di viaggio! 🙂

    Rispondi
    • Martina Monti

      Ahahahah proprio vero! Non sarebbe dispiaciuto neanche a me farci l’erasmus 😜

      Rispondi
  2. Raffi

    In questo post ho visto diverse cose che mi piacerebbe visitare e fotografare. Sai da dove partirei? Dalla scultura monumentale di Gulliver. Salire sul corpo del gigante fatto di rampe, scale e scivoli è diventato il mio sogno… Che stia tornando bambina? :-)))))))

    Rispondi
    • Martina Monti

      Non sei l’unica! Noi ci siamo divertite un sacco 😝

      Rispondi
  3. Sara Chandana

    Potrei prendere un volo da Bari o Brindisi e dedicare due giorni a me stessa e alla scoperta di Valencia. Sarebbe fantastico e potrei ispirarmi al tuo post per eventuali giretti. <3

    Rispondi
  4. anna di

    Hai ragionissimo, è una città perfetta da girare in due giorni. Se poi ne hai di più alloraben venga e la città storica è li che ti aspetta. Ma Valencia per me è il museo della scienza, unico . complimenti per il racconto Martina, è come aver viaggiato con te.

    Rispondi
      • Sara

        Non ho ancora avuto la possibilità di andarci, ma spero di rimediare quanto prima!
        Spero di riuscire a ricavare almeno un paio di giorni per gustarmela.

        Rispondi
        • Martina Monti

          In due giorni vedresti sicuramente già molte cose!🤗

          Rispondi
  5. Monica

    Sono appena tornata anche io da Valencia e me ne sono innamorata! E hai ragione è una città a misura di turista e perfetta per un weekend fuori porta 🙂 Guardando le tue foto mi è venuta voglia di tornarci 🙂

    Rispondi
      • Donatella Tassinari

        Appena arrivata a casa ho cercato subito il post. Letto tutto d’un fiato. Mi hai fatto venire la voglia di partire subito. Grazie!

        Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su