Harry Potter Studios a Londra: la guida completa per babbani

Ogni Natale sempre la stessa storia: “che regalo ci facciamo?” È nata così l’idea di concederci un week end folle per visitare niente di meno che gli Harry Potter Studios a Londra.

E per week end folle intendo partenza sabato da Bologna alle 14:40 con arrivo a Londra alle 16:00 e ritorno domenica sera con partenza alle 16:40 e arrivo a Bologna alle 20:00. 

Vi state chiedendo se sia fattibile? Assolutamente sì: noi abbiamo viaggiato con Ryanair alla modica cifra di 95 euro in due, andata e ritorno!

Da tempo io ed Elena (per gli amici Turra), un’amica appassionata della saga quanto me, aspettavamo la nostra lettera per Hogwarts, ma niente. Un bel giorno quindi ci siamo decise ad andarcela a prendere… ma come? Partiamo dall’inizio.

 

Harry Potter Studios lettere

 

Biglietti per gli Harry Potter Studios: prezzo e dove acquistarli

 

La prima cosa da fare se volete andare agli Harry Potter Studios è… comprare il biglietto! Sul posto infatti non li vendono quindi dovete acquistarli da casa per non avere brutte sorprese.

Noi abbiamo comprato i biglietti sul sito della Warner Bros Studio Tour London: il prezzo è di 45.00 sterline e comprende un tour di circa 3 ore in inglese. Fate attenzione a rispettare l’orario di inizio che sceglierete perché, se arriverete in ritardo, l’entrata non sarà più garantita!

 Se invece vorreste godervi ogni dettaglio del tour in italiano, vi consiglio di prendere un’audioguida all’ingresso, anche perché la guida vi accompagnerà solo nella prima parte del tour.

 

Harry Potter Studios biglietti

 

Harry Potter Studios: come arrivare pt.1

 

Appena torno dal viaggio, mi sono detta, devo scrivere in modo chiaro come arrivare agli Harry Potter Studios. Ed eccomi qui.

Sì perché noi, a cercare sul web, siamo diventate matte per trovare un articolo chiaro che ci spiegasse come fare. Quindi pronti a prendere appunti?

Per prima cosa dovete scegliere a quale aeroporto arrivare. Se volete fare tutto in giornata (ebbene sì, è fattibile anche questo perché il tour agli studios dura tre ore) vi consiglio di scegliere il nostro: l’aeroporto di London Luton.

Da qui, infatti, gli Harry Potter Studios distano solo 20 minuti… se prendete un taxi! Noi abbiamo fatto così per il ritorno e ci siamo trovate bene prenotando in anticipo il taxi su questo sito e spendendo 31 sterline in due.

In alternativa ci sono diversi autobus ma, in quel caso, la durata è di un’ora e mezza!

 

Harry Potter Warner Studios Tour

 

Come combinare un pomeriggio a Londra

 

Se invece, come noi, volete concedervi due giorni e approfittare del viaggio per fare un salto a Londra, le cose si complicano.

Innanzitutto dovete scegliere tra l’aeroporto di Luton, che vi risulterà scomodo per raggiungere il centro, ma comodo per tornare a casa dopo la visita agli Studios, o altri aeroporti (come il London City Airport) più vicini al centro della città, che vi risulteranno più comodi all’andata se vorrete combinare un pomeriggio londinese al viaggio.

Noi abbiamo scelto la prima opzione per risparmiare: dall’aeroporto di Luton per raggiungere il centro abbiamo preso una navetta, che ci ha portato alla stazione Luton Airport Parkway, da cui abbiamo preso un treno per arrivare a San Pancreas. Il viaggio è durato una mezz’oretta e da qui siamo andati alla stazione di King’s Cross dove abbiamo preso due metro per raggiungere il Big Ben che… era in ristrutturazione!

Ma non ci siamo lasciate abbattere dalla sfiga e, nonostante fossero già le sette di sera passate, siamo andate a vedere il London Eye e Buckingham Palace illuminato di notte. E devo dire che ne è valsa davvero la sgambettata… 

Abbiamo poi ripreso la metro e siamo andate a cena nel quartiere di Camden Town, dove alloggiavamo, che ci è risultato particolarmente comodo per raggiungere gli Studios il giorno dopo.

 

Londra

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da 𝑴𝒂𝒓𝒕𝒊𝒏𝒂 𝑴𝒐𝒏𝒕𝒊🎈 (@martimonti_) in data:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da 𝑴𝒂𝒓𝒕𝒊𝒏𝒂 𝑴𝒐𝒏𝒕𝒊🎈 (@martimonti_) in data:

Harry Potter Studios: come arrivare pt.2

 

Domenica ci siamo svegliate alle 06.15 del mattino e, zaino in spalla, abbiamo preso la vicina metro di King’s Cross (proprio quella del binario 9 e tre quarti!) per poi scendere alla prima fermata, Euston London. 

Subito fuori, siamo andate a piedi alla vicinissima stazione di London Euston, da cui dovevamo prendere il treno per Watford Junction. Ecco. Qui è scattato il panico.

Molti non sanno che ci sono diversi treni per questa destinazione: con alcuni il viaggio dura una ventina di minuti, con altri ben un’ora! 

Il nostro treno era partito quindi siamo state costrette a prendere quello successivo che ci metteva molto di più… e abbiamo rischiato di sforare il nostro orario di ingresso agli Studios e di rimanere fuori!

Vi consiglio quindi di farvi bene i conti con i tempi e di controllare in anticipo gli orari di questo treno sull’apposito sito, così da avere il tempo di fare il biglietto e prendere quello dalla durata più breve.

Una volta arrivate a Watford, subito fuori dalla stazione, c’è la piazzetta da cui prendere la navetta per gli Harry Potter Studios, che riconoscerete subito dall’enorme pubblicità sulla sua facciata!

Il biglietto costa solo 3 pound e può essere acquistato a bordo, ma solo in contanti! Fortunatamente c’è una navetta ogni 20 minuti e il viaggio dura circa un quarto d’ora. Il nostro ingresso agli Studios era dalle 09.00 alle 09.30: siamo arrivate davanti alle porte alle 09.30 spaccate… e abbiamo ricominciato a respirare!  

 

Kings Cross Lonndra

Harry Potter Studios come arrivare

 

Il tour degli Harry Potter Studios: tra i set del film

 

Appena siamo entrate negli Harry Potter Studios di Londra abbiamo respirato la magia di questo posto, con un immenso drago nella sala principale. 

Inizia poi il vero e proprio tour tra i diversi set del film: la sala grande, lo studio di Silente, la capanna di Hagrid, la casa dei Weasley, la classe di pozioni, la foresta proibita, il dormitorio dei Grifondoro, la stazione dei treni e, ovviamente, l’incantata Diagon Alley con i suoi negozi. 

Ma non solo: dal 6 aprile ha aperto l’attesissima sezione dedicata a niente di meno che la Gringott, la banca dei maghi! Qui abbiamo camminato tra le imponenti colonne di marmo, sovrastate da tre meravigliosi lampadari di cristallo. Attorno a noi sono stati ricreati i famosi goblin, i folletti cassieri, con le loro penne e i loro registri. 

Pensate che ogni maschera ha richiesto due settimane di lavoro: i capelli sono stati inseriti uno ad uno e le vene dettagliatamente disegnate a mano. 

Se siete amanti delle maschere, sicuramente non potrete non amare il museo dei costumi e degli oggetti di scena, dove sono state ricreate anche tutte le creature fantastiche della saga. Sfogliate la gallery per avere una piccola anteprima!

 

Durante tutto il tour, inoltre, ci saranno postazioni per le foto più originali (adoro!) o per attività interattive di tutti i tipi. Noi ci siamo divertite come due bambine! 

Le parti che ci hanno stupite e incantate di più? Sicuramente il mitico autobus Nottetempo, la stanza piena di lettere della casa dei Dursley, la fin troppo realistica foresta nera con lampi e ragni giganti che scendono dal soffitto, la riproduzione incredibile dell’attacco alla Gringott con il drago, il treno per Hogwarts e con la possibilità di salire e camminare tra le cabine e gli oggetti delle varie stagioni, la meravigliosa via di Diagon Alley e, infine, il “modellino” di Hogwarts stessa, da brivido.

Insomma, come avrete capito non sapremmo proprio scegliere… nemmeno le foto! Quindi beccatevi questa gallery…

Bacchette magiche e incantesimi

 

Infine non dimenticatevi di fare una sosta alla birreria per assaggiare la mitica “burrobirra”, una riproduzione della bevanda più famosa di Hogwarts, ma in versione analcolica, così da essere adatta anche per i bambini!

Ultima tappa del tour è il grande negozio di souvenir dove potete comprare bacchette, sciarpe, magliette e chi più ne ha più ne metta per ricordare questo viaggio magico. Noi abbiamo ceduto alle caramelle tutti i gusti più uno, ovviamente…

Ultimo consiglio: le bacchette nel negozio di souvenir fanno una sola “magia”… quella di svuotarvi il portafoglio! 

Costano infatti ben 30 euro, quindi vi consiglio di procurarvele da casa: noi le abbiamo pagate 8 euro in una bancarella trovata per caso ad Anzio… e funzionavano quasi come quelle di Olivander! Giudicate voi…

 

14 Commenti

  1. paola

    ciao ti faccio i complimenti per i bellissimi servizi e ti volevo chiedere se possibile avere il servizio del madagascar visto che prossimamente vorremmo andare e il servizio era molto attinente alle nostre esigenze

    Rispondi
    • Martina Monti

      Ciao!🤗 Ti ringrazio, ma racconto solo le mie esperienze. Non vendo servizi…

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su