Come sopportarsi da anni e vivere (quasi) felici

Oggi sono 12 anni che stiamo insieme.

Ormai siamo abituati alle facce delle persone quando sveliamo questo numero: la fronte corrugata che fa un rapido conto dell’età in cui ci siamo messi insieme seguita, presto o tardi (a seconda di quanto sono bravi con i numeri), dalla solita espressione di stupore fatale.

“Che noia” penserà qualcuno.
“Che cosa romantica” penserà qualcun altro.
“Cazzo fai?” ti chiederanno gli amici.
“Qual è il segreto?” ti chiederanno le amiche.

In realtà con il titolo di questo post vi ho ingannati: di risposte in tasca ne ho ben poche, ma posso dire quel poco che ho imparato in questi anni.

Lasciate ogni certezza, o voi che vi innamorate

 

La felicità sa giocare bene a nascondino, quando pensi di averla acciuffata è un attimo che ti distrai e, puf! In un momento è di nuovo scomparsa.

Non esiste l’amore perfetto, esiste la volontà di fare funzionare le cose nel tempo.

Si impara a seguire la propria strada, ma a fare una deviazione del percorso, quando necessario, per ritrovarsi sempre alla solita panchina.

Non c’è niente che ti rimetta al mondo come guardare insieme una serie tv accoccolati sul divano, tranne guardarla litigandovi fino all’ultima caramella gommosa.

Se riesce ancora a farti ridere fino alle lacrime tirandosi su i pantaloni e camminando come Steve Urkel per tutta casa, potrebbe essere davvero quello giusto.

A volte la felicità ha il sapore di una pizza fatta in casa e l’odore di un vecchio maglione a righe finito nella scatola dei ricordi.

La certezza di avere qualcuno sempre lì per te, che non vorrebbe nessun’altra, non è noiosa, ma ti riempie il cuore e ti fa sentire amata.

Allo stesso tempo una scintilla di gelosia può riscaldare una relazione, a patto che non divampi un incendio ingestibile di ansie e insicurezze.

Quando prenderete un cane, in un attimo “amore mio” diventerà il suo appellativo e sarai fortunata se avrai ancora il tuo posto sul divano.

Un giorno vi sveglierete adulti. A chi sarà più fortunato accadrà gradualmente, a qualcun altro, invece, succederà all’improvviso.

Quel giorno cambierà tutto. Ma se saprete adattarvi ai cambiamenti potrete riscoprirvi diversi e più uniti di prima.

Ritrovare il tuo migliore amico, nella persona che ami, ti farà sempre sentire libera di essere te stessa, e la complicità che ci sarà tra di voi non sarà equiparabile a nessun altro legame.

Se non lo lascerai nemmeno quando lui sarà nella fase tamarra della sua vita, con una piastrina al collo, i jeans bianchi e un pizzetto dal dubbio aspetto, allora sarà davvero l’uomo della tua vita.

Ma cosa ancora più importante: se lui non ti lascerà nemmeno quando ti farai i capelli biondo platino e tutti ti chiameranno “Enzo Paolo Turchi”, allora sarai davvero la donna della sua vita.

(E ti conviene tenertelo stretto!)

Auguri a noi…

 

martina-daniele

 

11 Commenti

  1. Bely

    Marty….che dire.. 😍😍😍😍😍😍😍😍😍😍 mi hai lasciata senza parole…..

    Identica ad Enzo Paolo Turchi 🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣

    Dai sto scherzando hai scritto delle parole bellissime e saputo descrivere sensazioni molto profonde,bravissima!!!

    Rispondi
    • Martina Monti

      Ahahahah che somara!!! Grazie Bely davvero, le tue parole mi hanno fatto un sacco piacere😍 (Enzo a parte🤣)

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su